L’e-commerce italiano è in crescita e tra i più promettenti per i prossimi anni. È quanto emerge dalla ricerca annuale della Casaleggio Associati E-commerce in Italia 2019, l’indagine annuale che raccoglie numeri, trend e strategie del commercio online nel nostro Paese confrontati con il resto d’Europa e del mondo.

Dal documento realizzato mediante l’elaborazione di studi, indagini di mercato e sondaggi sugli operatori di settore (per la maggioranza B2C) emergono dati interessanti: il fatturato e-commerce in Italia nel 2018 segna un +18% rispetto all’anno precedente, e i margini per crescere continuano a essere consistenti.

Quali sono le prospettive per il futuro? Ci sono i margini per avviare il proprio commercio online? Come investire e a chi rivolgersi? In questo articolo abbiamo provato a sintetizzare e analizzare i dati raccolti dalla Casaleggio Associati (traendo alcune piccole conclusioni).

Se vuoi, puoi anche scaricare la nostra infografica sull’e-commerce in Italia.

Scarica l’infografica

Trend in crescita per l’E-commerce in Italia

Per il quinto anno consecutivo il fatturato dell’e-commerce italiano cresce a doppia cifra passando da 35.1 a 41.5 miliardi di euro e registrando un +18% sul risultato del 2017.

fatturato ecommerce italia

Parte del merito è dovuto alla diffusione dell’online tra la popolazione, salito al 70% della popolazione (circa 42.3 milioni di utenti unici al mese) con un aumento delle fasce 2-11 anni e over 74 anni. Di questi, 38 milioni effettuano acquisti in internet e le stime vedono salire la cifra a 41 milioni entro il 2023.

Smartphone e tablet si confermano i dispositivi preferiti da cui effettuare un acquisto online, utilizzati dal 67% degli italiani.

Nonostante i numeri in costante crescita, il mercato online del nostro Paese si conferma ancora uno dei più promettenti e potenzialmente interessanti. La percentuale di popolazione che acquista sul web infatti è molto più bassa rispetto agli altri Paesi europei: 62% contro il 93% del Regno Unito, il 91% dei paesi Scandinavi e dei Paesi Bassi, l’88% della Germania e l’84% della Francia.

Le strategie da adottare per vendere online

La statistica E-commerce in Italia 2019 pone anche l’accento sulle strategie web marketing adottate dagli operatori del commercio online italiano per potenziare le vendite.

Alle prime tre posizioni figurano gli investimenti in marketing e promozione (SEM), pari al 19% della spesa totale, seguite dai social media (18%) e dalle attività di posizionamento sui motori di ricerca (SEO), circa il 17%.

strategie vendita online italia

SEM – Search Engine Marketing

Racchiude l’insieme di attività e tecniche di web marketing orientate a generare traffico qualificato verso un determinato sito internet. Per un e-commerce, investire in SEM significa migliorare la capacità di portare traffico targettizzato (potenzialmente interessato al prodotto) sulla piattaforma, aumentare le vendite e fidelizzare i clienti.

Hai bisogno di una strategia di marketing e ADV per il tuo e-commerce? Scopri i nostri servizi web marketing.

SEO – Search Engine Optimization

È l’insieme di operazioni onsite e off site volte a migliorare il posizionamento organico delle pagine di un sito web sui motori di ricerca come Google, Bing o Yahoo. Per un e-commerce, una SEO curata ed efficace permette agli utenti di raggiungere la piattaforma nel momento in cui effettuano una ricerca per trovare quel prodotto. Farsi trovare tra le prime posizioni su Google è fondamentale per portare visitatori al tuo sito e mettere in vetrina i tuoi prodotti.

Vuoi migliorare il tuo posizionamento sui motori di ricerca? Richiedi il nostro servizio SEO e posizionamento siti internet

Social Network

Per l’87% degli operatori e-commerce i social media giocano un ruolo fondamentale nell’influenzare la platea di acquirenti online e il 40% dei venditori sfrutta abitualmente questi canali per generare vendite e-commerce.

Le aziende e-commerce tricolori continuano a privilegiare Facebook come piattaforma più efficace (71%), ma cresce l’interesse economico attorno a Instagram (53%) che segna un +4% rispetto allo scorso anno.

Cala invece YouTube, il terzo favorito dalle imprese e-commerce (27%), incalzato al quarto posto da LinkedIn (23%).

Seguono Twitter, che resta stabile al 12% ma perde di efficacia percepita (considerato “abbastanza efficace” per generare acquisti dalla totalità degli intervistati), Google+ (8%, ma chiuso ad aprile 2019), WeChat (6%), Pinterest (5%) e Snapchat (scivolato a 0%).

Vuoi creare una strategia sui Social? Scopri il nostro servizio di Social Media Marketing.

social media ecommerce italia

E-commerce in Italia: la tua azienda è pronta?

Il report di Casaleggio Associati parla chiaro: il mercato e-commerce in Italia offre incredibili possibilità.

Se vuoi sfruttare anche tu i nuovi canali di vendita online, se non vuoi farti sorpassare dai tuoi competitor, se stai pensando che è arrivato il momento di aumentare il fatturato della tua azienda introducendo una strategia di Web Marketing, oggi è il momento per agire.

Con un team di professionisti puoi realizzare un e-commerce competitivo e pianificare una strategia che porti reali risultati al tuo business. 

Scopri come possiamo aiutarti nella realizzazione e gestione del tuo e-commerce: Realizzazione e gestione e-commerce.

Ti piacerebbe ricevere un preventivo senza impegno?

Compila il modulo di contatto per avere maggiori informazioni, ti risponderemo immediatamente!

Compila il modulo qui sotto per un preventivo su misura

Ricevi preventivi e consulenza gratuita dai nostri esperti

Dichiaro di avere preso visione e accettato la normativa privacy di Togo Web per il trattamento dei dati inseriti in questo modulo.